mondodonna
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Shish Kebab di tacchino - SECONDO

Andare in basso

Shish Kebab di tacchino - SECONDO Empty Shish Kebab di tacchino - SECONDO

Messaggio  Admin Gio Feb 17, 2022 5:09 pm

Shish Kebab di tacchino

Shish Kebab di tacchino - SECONDO 3zm65925

Shish Kebab di tacchino - SECONDO Istock14

Shish Kebab di tacchino - SECONDO 3zm65925

Ingredienti x 4 persone:

Tacchino fesa 1 kg
Cipolle rosse di Tropea 3
Alloro 20 foglie
Tortilla chips 200 g
Tortillas di farina 8

PER LA MARINATURA:
Succo di limone 250 ml
Yogurt greco (o intero filtrato) 500 g
Miele di castagno 2 cucchiai
Zafferano 1 bustina

PER IL LABNEH:
Yogurt greco (o 500 di yogurt intero) 200 g
Menta fresca, da tritare 1 cucchiaio
Succo di lime 1 cucchiaino
Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaio
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Aglio 1 spicchio

PER IL MUTTABEL:
Melanzane grossa 1
Aglio da tritare 1 spicchio
Menta fresca, da tritare 2 cucchiai
Succo di limone 2 cucchiai
Sale fino 1 cucchiaino
Olio extravergine d'oliva 1 cucchiaino
Peperoncino in polvere (o paprika forte) in polvere 1 cucchiaino
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.
Tahina 1 cucchiaio

PER IL MUHAMMARA:
Peperoncino verde dolce da tritare 2 cucchiai
Peperoncino fresco (molto piccante) da tritare 2 cucchiai
Cumino da pestare 1 cucchiaino
Succo di limone 1 cucchiaino
Sale fino q.b.

Preparazione:

PREPARAZIONE DELLA CARNE E MARINATURA:

Per prima cosa, si procede alla preparazione della marinatura. Gli ingredienti della marinatura sono 5 parti di yogurt, di succo di lime, 1 di miele di castagno per una bustina di zafferano. Si prende un recipiente capiente e non reattivo agli acidi (vetro o pyrex quindi) e si versa il succo di lime appena intiepidito sul fuoco in cui scioglieremo il miele 1. Una volta ben sciolto, si aggiunge lo yogurt 2 e lo zafferano avendo cura di mischiare per bene il tutto.

Fatto questo, si taglia la di fesa di tacchino, cercando di ottenere dei cubi tutti della stessa dimensione per permettere una cottura uniforme.
Si mettono i cubi nella marinata, si massaggiano un per qualche secondo, si copre con della carta pellicola e si ripone in frigo per almeno 1 ora.

PREPARAZIONE DEGLI INTINGOLI:

IL LABNEH:
Per preparare il labneh, si riduce in purea l'aglio e si unisce alla menta fresca tritata, al sale e al pepe , allo yogurt, al succo di lime quindi si mescola energicamente. Si pone il labneh in una piccola bowl e si ricopre la superficie con un sottile strato di olio extravergine, che darà sapore e ritarderà l’ossidazione. Riponete il labneh e in frigo e lasciartelo riposare.

Il BABA GANOUSH (MUTABBEL):

Per preparare il baba ganoush (o muttabel) si arrostisce la melanzana sul fuoco fino a quando l’esterno sarà completamente bruciato e l’interno risulta morbido e cedevole. Si apre in due e si raccoglie con un cucchiaio la polpa, ponendo attenzione a non raschiare troppo le parti bruciacchiate. Si pone la polpa in un mortaio, se si desidera pestarlo a mano oppure in un bicchiere per poi usare un frullatore ad immersione. Si aggiunge il succo di lime , una generosa dose di tahina insieme ad un goccio di olio extravergine,

l'aglio tritato, la menta (solo alla fine se si intende usare il mixer), il sale e il pepe . Si pesta o si frulla il tutto per amalgamare gli ingredienti. Si può scegliere di ottenere una grana grossolana o un’emulsione liscia. In questo caso abbiamo preferito una grana grossa per conferire rusticità al piatto.

IL MUHAMMARA:
Si tritano i peperoncini dolci e piccanti avendo cura di non ridurli in poltiglia, poichè i semi e la pelle conferiranno ancora una nota rustica. Aggiungete del cumino, appena un pò di sale, succo di lime, l'olio e amalgamare energicamente.

LA COTTURA DELLO SHISH TAOUK:

Una volta completata la preparazione degli intingoli, si può procedere alla preparazione degli spiedini. E’ preferibile utilizzare degli spiedini di acciaio di buona fattura, degli spiedini di legno oppure degli spiedini di bambù intagliati a forca.

Questi ultimi sono consigliabili in quanto quelli singoli, in presenza di liquidi grassi, tendono a far rigirare su se stessa la carne quando si tenta di rivoltarli per cuocerli dall’altro lato.

Se non si trovano gli spiedini di bambu, si possono in alternativa usare due spiedini parallei che consentiranno di rivoltare il kebab in modo piu agevole. In ogni caso, se si usano spiedi di legno, è preferibile tenerli a bagno per qualche tempo per evitare che prendano fuoco in cottura.

Si inizia rimuovendo la marinatura in eccesso e si alternano sullo spiedo i cubetti di carne, delle falde di cipolla e una foglia di alloro. In questo modo, ogni pezzo di carne avrà un lato a contatto con la cipolla e l’altro con l’alloro.

Il calore rilascerà gli olii essenziali che andranno ad aromatizzare il cubo. Quanto tutti gli spiedini sono completi, si passa in griglia.

IL SET UP DELLE BRACI E LA COTTURA Questo metodo è chiamato “cottura diretta” o “direct grilling”, in poche parole è la classica grigliata. Il cibo viene cioè cotto posizionandolo su una griglia “direttamente” sopra le braci ardenti. E’ bene posizionare i carboni accesi in modo da lasciare una zona senza braci. Questa sarà la nostra zona di sicurezza in cui potremo spostare il cibo nel caso in cui il calore sia troppo elevato. Per proteggere ancora le estremità degli spiedini, è buona norma ripiegare in tre un foglio di alluminio e posizionarlo sulla griglia di modo che lo spiedo non bruci. La foto è molto esplicativa.

La temperatura deve essere molto elevata ma sulle braci non devono essere presenti fiamme. Uno strato di cenere superficiale indica che le braci sono pronte per cuocere. A questo punto inseriamo la variante americana: l’affumicatura.

Una volta che inizia la produzione di fumo, si allineano gli spiedini sopra le braci e si inizia a cuocere. Da questo momento è importante monitorare la cottura per far si che la carne si cuocia, vi siano delle belle righe di cauterizzazione ma non si bruci nulla. Solitamente ci saranno delle aree piu calde e altre piu fredde.

Alcuni spiedini quindi prenderanno colore prima di altri. Una volta individuate le aree piu calde, si spostano gli spiedi che sono piu avanti in cottura nelle aree fredde e vice versa per consentire una cottura uniforme.

Una volta raggiunto il colore desiderato, si spostano gli spiedini in un luogo piu freddo della griglia e si procede ancora per qualche minuto, fino a quando, testando la carne con un polpastrello, opponga resistenza ma non sia completamente dura. Le foglie di alloro bruceranno completamente e ciò non è una cosa negativa. Contribuiranno in modo importante a fornire il classico “gusto di griglia” alla carne.

Shish Kebab di tacchino - SECONDO 3zm65925
Admin
Admin
Admin

Messaggi : 4348
Data d'iscrizione : 07.02.11

https://mondodonna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.