mondodonna
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina

Andare in basso

Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina Empty Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina

Messaggio  Admin il Ven Set 28, 2018 8:25 pm

Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina

Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina A381

Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina Anices10

Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina A381

Proprietà:

Della Pimpinella anisum vengono utilizzati i frutti, ovvero i semi che vengono prodotti in tarda estate, verso la fine di agosto. Questi sono ricchi di olio essenziale all’anetolo, un composto aromatico dal sapore simile al finocchio usato largamente in pasticceria e per la produzione di farmmaci, ma anche cumarine, furocumarine, polifenoli, flavonoidi e triterpeni. A livello di vitamine, poi, si rilevano in abbondanza quelle dei gruppo A, B e C, compresa l’importante B6, utile per proteggere il sistema nervoso centrale. Questi elementi, oltre a conferirne l’inconfondibile sapore, pare abbiano delle specifiche peculiarità terapeutiche. In particolare, l’erba sarebbe antispasmodica, balsamica, digestiva e stimolante, quindi trova spesso applicazione nel blando trattamento di leggere patologie legate all’apparato digerente. Inoltre, dato il potere rinfrescante, è indicata anche per le infezione delle prime vie respiratorie, per lenire il senso di gonfiore o il bruciore dovuto da un’improvvisa irritazione.

Proprietà Curative:

onsiderato, però, come alcune delle sostanze contenute nell’anice possano interagire con una cura farmacologica eventualmente in corso, si consiglia di chiedere al proprio medico curante un parere prima della somministrazione, sia essa a scopo terapeutico o semplicemente alimentare. In generale, i poteri riconosciuti alla pianta si possono così elencare:

Mal di testa e insonnia: l’anice può ridurre il generico mal di testa così come anche le cefalee a grappolo, grazie a un blandissimo potere sedativo e a una buona regolazione della circolazione sanguigna. Per lo stesso motivo, e data un’azione metabolica, una tisana all’anice prima di coricarsi può facilitare il raggiungimento del naturale sonno;
Vie respiratorie: il sapore e l’essenza rinfrescante dell’anice sono spesso alla base di rimedi della nonna per le infezioni delle prime vie respiratorie, in particolare per il trattamento del mal di gola. Inoltre, pare sussista un blando effetto sedativo sia per la tosse grassa che per quella secca, con la riduzione degli episodi e un maggior relax per il paziente;
Apparato digerente: l’anice può agevolare la digestione, facilitando i compiti dello stomaco, e ridurre la fermentazione intestinale. Per questo motivo, e spesso in concorso con il finocchio, il rimedio è largamente usato contro la stipsi, ma anche il meteorismo e l’aerofagia.

Controindicazioni:

Data la sua enorme diffusione, considerato come sia uno degli ingredienti cardine alla base di molti dolci, l’assunzione di anice è solitamente ben tollerata. In alcuni pazienti ipersensibili, però, si possono manifestare rash cutanei, orticaria e sintomi respiratori, tipici di un’intolleranza. Inoltre, la somministrazione è vietata ai pazienti allergici all’anetolo, i quali potrebbero imbattersi nel rischio di uno shock anafilattico. Data la presenza furocumarine, l’anice può essere fotosensibilizzante: se ne sconsiglia quindi l’assunzione a coloro che già soffrono di scarsa possibilità di esposizione alla luce, così come prima di una giornata all’aperto, perché in alcuni soggetti può causare rossore, orticaria ed eritemi. Infine, l’erba può interagire con alcuni medicinali tra cui i farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS), i cortisonici e gli estrogeni, la cui somministrazione non deve mai essere combinata. Per questo motivo, prima di ricorrere all’anice come metodo casalingo per la cura di malanni blandi e quotidiani, si vagli il parere del proprio medico curante.

Calorie:

100 g di Anice verde apportano circa 337 calorie (43% carboidrati, 17,5% proteine, 39,5% grassi).

Etichetta nutrizionale per 100 g di Anice verde

Valore energetico (calorie) 337 kcal
Proteine 17,6 g
Carboidrati 50,02 g
zuccheri -- g
Grassi 15,9 g
saturi 0,586 g
monoinsaturi 9,78 g
polinsaturi 3,15 g
colesterolo 0 mg
Fibra alimentare 14,6 g
Sodio 16 mg
Alcol 0 g
Ripartizione delle CALORIE per macronutriente
Carboidrati
Proteine
Grassi
43%
39,5%
17,5%
Nutriente Calorie
Carboidrati 43
Proteine 17,5
Grassi 39,5
Alcol 0

In cucina:

L'aroma dell'anice ravviva molti dolci speziati, sposandosi molto bene con le mele e altra frutta. Lo sfoof è una torta libanese, che contiene anice, sesamo e curcuma.

L'anice inoltre aromatizza gradevolmente la carne di manzo e i formaggi a pasta tenera. Provate la ricetta Hamburger agrodolce all'anice, un hamburger fatto in casa a base di carne di manzo e prosciutto, condito con anice, peperoncino e uvetta.

E' possibile usare i semi di anice insieme a altre spezie come cumino, sesamo, finocchietto, carvi come guarnizione per pane, grissini e dolci speziati.

Anice: le sue proprietà ed il suo utilizzo in cucina A381
Admin
Admin
Admin

Messaggi : 2820
Data d'iscrizione : 07.02.11

https://mondodonna.forumattivo.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.